:title:

Piano di miglioramento (Triennio 2016-2019) Sintesi

Viene proposta una sintesi di quanto indicato nel piano di miglioramento della scuola relativa a obiettivi di processo, risultati attesi, azioni previste e modalità di valutazione dei risultati.

Il documento integrale è inserito nell’apposita piattaforma Indire.

 

Area di processo Curricolo, progettazione e valutazione
Obiettivi Miglioramento delle prestazioni degli studenti in ambito scientifico e linguistico al fine di abbassare la percentuale degli alunni con giudizio sospeso.
Risultati attesi Abbassamento di 4 punti percentuale dell'indice degli alunni con giudizio sospeso in matematica ed inglese.
Azioni previste Programmare pausa didattica alla fine del primo periodo di valutazione per eventuali azioni di recupero e potenziamento, Sportello Help, progetti potenziamento di matematica e di inglese.
Modalità di valutazione dei risultati Esiti degli scrutini di giugno.

 

Area di processo Curricolo, progettazione e valutazione
Obiettivi Riduzione percentuale di cheating nelle prove Invalsi.
Risultati attesi Riduzione del 25 % dell'indice di cheating della scuola.
Azioni previste Predisposizione di un protocollo da attuare durante le prove INVALSI.
Modalità di valutazione dei risultati Analisi dei dati restituiti dall'INVALSI.
 

 

Area di processo Inclusione e differenziazione
Obiettivi Formazione del personale docente sull'aspetto delle strategie didattiche che favoriscano l'inclusione, con predisposizione di una modulistica omogenea relativa a PDP e PEI, avvalendosi, se necessario, di agenzie del territorio (ASL, associazioni).
Risultati attesi

Incremento del numero dei docenti coinvolti in percorsi di aggiornamento formativo sull'inclusione.

Utilizzo degli strumenti compensativi e dispensativi da parte di tutti i docenti e della modulistica predisposta dall'apposita commissione GLI.

Azioni previste

Favorire la partecipazione a momenti formativi proposti dalla scuola, da reti di scuole, da enti e associazioni.

Revisione dei modelli PDP e PEI da parte del GLI con eventuale consulenza di esperti esterni.

Introduzione di un modello unico di PDP per tutte le classi.

Modalità di valutazione dei risultati

Monitoraggio del numero di docenti partecipanti alle azioni formative proposte da enti, associazioni e reti di scuole.

Esame dei PDP e PEI da parte della Commissione GLI.

 

Area di processo Continuità e orientamento
Obiettivi Pianificazione, gestione dei contatti con le aziende, organizzazione con monitoraggio finale dei periodi di alternanza scuola lavoro. Archiviazione di dati relativi agli alunni coinvolti.

Monitoraggio sistematico degli esiti a distanza.

Risultati attesi Coerenza con le linee guida della legge 107/15 e maggior motivazione degli alunni in riferimento al percorso formativo di studio.
Azioni previste Revisione della modulistica relativa ai percorsi di alternanza scuola lavoro.

Individuazione dei referenti di indirizzo.

Definizione dei compiti di referenti e tutor scolastici e aziendali.

Predisposizione del format per la rilevazione dei dati sugli esiti a distanza degli studenti.

Modalità di valutazione dei risultati Analisi report compilati dalle aziende e dagli alunni.

Rilevazione degli esiti a distanza degli alunni diplomatisi da un anno e da quattro anni.

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.