:title:

ATTIVITA' DI RECUPERO E SOSTEGNO

 

La scuola mette in atto vari interventi di sostegno agli alunni in difficoltà, con l’intenzione di fornire a tutti gli studenti gli strumenti necessari per affrontare con successo il percorso scolastico.

  • Durante l’intero anno scolastico, nell’ambito della loro attività curricolare, tutti gli insegnanti provvedono, qualora se ne presenti la necessità, ad organizzare attività di recupero e sostegno.

  • I Consigli di Classe introducono opportune strategie didattiche mirate al raggiungimento del successo scolastico per alunni con bisogni educativi speciali, quali per esempio alunni diversamente abili, alunni con disturbi dell'apprendimento, alunni con problemi di salute, alunni stranieri.

  • Mediante lo “SPORTELLO HELP”, attività strutturata con lezioni individuali o a piccoli gruppi, la scuola propone agli alunni interventi personalizzati, in orario extracurricolare, volti a colmare le lacune nella loro preparazione. Gli studenti possono accedere a tale servizio, gratuito, di propria iniziativa o su consiglio dei docenti. L’elenco degli insegnanti che si rendono disponibili per questo tipo di intervento didattico è reperibile in tutte le aule. Gli alunni prenotano la lezione contattando direttamente il docente interessato.

  • Nell’ambito dei progetti “POTENZIAMENTO DI MATEMATICA”, “POTENZIAMENTO DI INGLESE” e “POTENZIAMENTO DI DISEGNO” la scuola offre agli alunni percorsi di rinforzo di matematica, inglese e disegno, strutturati sotto forma di attività laboratoriale e di studio guidato (vedere sito della scuola alla voce “Recupero, sostegno e potenziamento”).

  • Qualora ci sia un congruo numero di alunni che necessitino di attività di sostegno relative ad una materia diversa da quelle indicate sopra, la scuola, compatibilmente con le proprie risorse economiche, valuta l’opportunità di attivare un percorso di recupero, per quella materia, in orario extracurricolare.

  • Al termine dello scrutinio del secondo quadrimestre, per gli studenti che hanno materie insufficienti da recuperare entro l’estate, si pianificano attività di sostegno per una durata di tre settimane.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.