:title:

Alternanza Scuola Lavoro

 PREMESSA

 L’Istituto, negli ultimi decenni, ha svolto regolarmente attività di raccordo tra la scuola e il mondo del lavoro, offrendo ai propri studenti la possibilità di conoscere l’offerta del mercato locale. Ciò ha permesso, anno dopo anno, di costruire una rete di relazioni sul territorio che nel tempo si è andata consolidando. Negli ultimi anni, tale rete è stata ampliata introducendo esperienze di tipo universitario e percorsi all’estero.

 Con la legge 107/2015, l’alternanza tra l’attività scolastica e il mondo del lavoro diviene un elemento chiave del processo di formazione dello studente e di trasformazione della didattica. L’Istituto pone una attenzione rilevante alle novità introdotte dalla citata legge, confermando elementi di continuità con quanto attuato nel passato e, nel contempo, innovando la propria offerta formativa: le attività di alternanza assumono un ruolo centrale nell’azione formativa scolastica, per la valorizzazione e la promozione dei diversi tipi di attitudini e interessi. Il percorso di alternanza scuola lavoro, nel secondo biennio e nel quinto anno, è progettato in modo da potenziare e approfondire le competenze e conoscenze acquisite dall’alunno nel percorso curriculare.

 

FINALITA'

  • Favorire nello studente la motivazione e la consapevolezza in relazione al percorso intrapreso, anche al fine di sapersi orientare criticamente nelle scelte future

  • Capitalizzare, anche nella prospettiva di un futuro inserimento nel mondo del lavoro, l’acquisizione di competenze derivate dall’esperienza diretta nel contesto lavorativo o nelle attività laboratoriali 

  • Sviluppare consapevolezza in merito alla realtà del mondo del lavoro, in particolare nel contesto del territorio di appartenenza

  • Sviluppare consapevolezza in merito all’ organizzazione aziendale e alla gestione delle risorse umane

  • Familiarizzare con il contesto lavorativo, imparando a conoscerne e a rispettarne le regole

  • Avvicinare gli studenti al modo dell’imprenditorialità

  • Valorizzare le attività di laboratorio

  • Valorizzare i percorsi di inclusione

  • Conoscere mondo universitario ed estero per una scelta più consapevole 

 

FORMATORI

  • Tutti i docenti, ma in particolare quelli delle discipline di indirizzo, soprattutto attraverso un approccio didattico laboratoriale

  • Nell’ambito di ciascun indirizzo, il docente referente per l’alternanza scuola-lavoro, che diviene il punto di riferimento per il raccordo tra alunni, docenti, famiglie, operatore esterni, aziende 

  • Esperti esterni, attraverso laboratori di indirizzo e percorsi specifici (orientamento, sicurezza, primo soccorso …) da svolgersi in orario curricolare

  • Aziende, responsabili aziendali, tutor aziendali attraverso protocolli di intesa

  • Il tutor scolastico, in particolare attraverso la gestione delle relazioni con il tutor aziendale e il monitoraggio dello studente nel percorso di alternanza in azienda 

 

RISULTATI ATTESI

  • Riduzione della dispersione scolastica grazie a scelte più consapevoli e mirate

  • Incremento della possibilità di occupazione 

  • Capacità di sapersi gestire con responsabilità e autonomia nel contesto aziendale

  • Capacità di collaborare in modo propositivo nel lavoro di squadra

  • Conoscenza e rispetto della normativa sulla sicurezza

  • Capacità di utilizzare la documentazione tecnica del settore

  • Capacità di comunicare in modo efficace, adattando il proprio registro linguistico alla situazione comunicativa

  • Saper documentare/storicizzare esperienze e attività, anche in lingua inglese

  • Saper predisporre una relazione tecnica 

 

AZIONI

  • Collaborazione stabile con soggetti esterni (aziende, enti, associazioni di categoria, ordini professionali, università, …)

  • Implementazione e valorizzazione della didattica laboratoriale

  • Predisposizione di protocolli di intesa coi soggetti esterni coinvolti 

  • Progetti di alternanza scuola-lavoro con stage aziendali per le classi quarte e quinte 

  • Incontri con esperti per far conoscere le opportunità del mercato del lavoro, le varie figure professionali, le competenze richieste per ciascun profilo professionale, i settori in via di sviluppo

  • Percorsi su temi specifici quali sicurezza, primo soccorso, sistemi di qualità, educazione finanziaria, economia aziendale, gestione delle risorse umane

  • Distribuzione di materiale informativo

  • Visite guidate in aziende

  • Predisposizione del curriculum vitae dello studente (CV Europass), dove verranno registrate le esperienze svolte e le competenze acquisite

  • Predisposizione di strumenti di monitoraggio e di valutazione degli studenti (in riferimento alle attività svolte nell’ambito dell’alternanza ed in conformità agli obiettivi stabiliti nei piani di lavoro delle singole discipline curricolari)

  • Predisposizione di strumenti di monitoraggio e di valutazione dell’operato della scuola

  • Aggiornamento del personale docente e di segreteria in relazione alle novità previste dalla legge 107/2015

  • Potenziamento dei laboratori, anche attraverso la partecipazione a bandi FSE (Fondo sociale europeo) e FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale)

  • Attivazione di corsi extracurricolari di lingua straniera (di potenziamento per l’inglese, di base per il tedesco)

  • Consolidamento della cultura della sicurezza, sia nella quotidiana attività didattica che attraverso corsi (previsti dalla legge 81/2008) tenuti da enti esterni certificati in orario curricolare

 

 

 


 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.